Intervista del 28/09/2016 su www.noacid.it: Salute in tour 2016


 

Salute in tour 2016

Salute in tour è un progetto su scala nazionale, organizzato dall’Istituto di Medicina Naturale e da una scuola di naturopatia che si occupa di informazione per quanto riguarda la formazione primaria di naturopati. L’evento prevede diversi seminari in alcune città italiane: Bari, Castelfidardo, Cesena, Empoli, Fermo, Fiumi Veneto, Forlì, Milano, Napoli, Pesaro, Pescara, Pontedera, Repubblica di San Marino, Rimini, San Severo.

Salute in tour è  un progetto su scala nazionale, organizzato dall’Istituto di Medicina Naturale e da una scuola di naturopatia che si occupa di informazione per quanto riguarda la formazione primaria di naturopati. L’evento prevede diversi seminari in alcune città italiane: Bari, Castelfidardo, Cesena, Empoli, Fermo, Fiumi Veneto, Forlì, Milano, Napoli, Pesaro, Pescara, Pontedera, Repubblica di San Marino, Rimini, San Severo.

 

Oggi intervistiamo Antonia Ferrulli, laureata in biologia e tecniche erboristiche, naturopata. E’ la coordinatrice nonché referente del progetto Salute in tour per la città di Bari.

 

Antonia, Salute in tour è ormai un appuntamento fisso nel mondo della salute e del benessere, quest’anno qual è l’obiettivo che si ha voglia di raggiungere?

 

L’obiettivo dell’iniziativa è finalizzate a promuovere temi come l’ alimentazione, il benessere naturale, oli essenziali, fiori di bach. Abbiamo la fortuna di poter ospitare l’istituto di medicina naturale da diversi anni, di cui io sono la coordinatrice e la responsabile del progetto di zona. L’evento inizia a Bari il 29 settembre con un seminario tenuto da me dal titolo “Oli essenziali e applicazioni pratiche” , è previsto un laboratorio teorico e pratico su l’utilizzo degli oli essenziali. Spesso non si ha la conoscenza su cosa sia un olio essenziale, a cosa può servire, come si differenzia da un olio vegetale. L’obiettivo è quello di promuovere la conoscenza dell’utilizzo pratico dei vari oli.

 

Antonia, potresti farci un esempio su come utilizzare alcuni oli nella nostra quotidianità?

 

Volentieri, ad esempio l’olio di lavanda può essere utilizzato per lenire il prurito di insetti, oli balsamici risultano utili come rimendi delle nonna per effettuare il suffumigio.

 

Questo è un periodo in cui il nostro capello è stressato perché lo abbiamo esposto troppo al sole, l’ideale sarebbe effettuare un impacco con olio di mandorla anche per due ore prima di lavarci i capelli, è un valido aiuto al posto della maschera per i capelli che siamo abituati a utilizzare, è un prodotto molto più naturale che rispetta l’ambiente e la natura stessa.

 

La rosa mosqueta, è un’ olio molto pregiato che si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi, contenuti nelle bacche della pianta, questo prodotto naturale è molto sensibile all’aria, alla luce e agli sbalzi di temperatura, e va incontro quindi a un rischio elevato di alterazione: per queste ragioni è assolutamente necessario che sia di buona qualità e certificato, affinché mantenga intatto tutto il suo contenuto di sostanze preziose per la pelle. Cresce solo ed esclusivamente in alcune zone del Cile, viene utilizzata per levigare e assottigliare le cicatrici. Può essere un ottimo supporto dopo aver utilizzato una terapia locale con un prodotto chimico indicato dal proprio medico, può essere usato nella fase di mantenimento proprio perché ha questa capacità di assottigliare le cicatrici in fase di ripristino.

 

 Dove si svolgeranno gli eventi che vedono Bari come protagonista?

 

Gli eventi verranno svolti a Bari presso la sede di Noacid in Via Michele De Napoli alle ore 18:00.

 

Di seguito tutto il programma inerente a Salute in tour.

Clicca qui